Chiamaci Subito Al: +39.380.4778009

A cosa devono realmente puntare le Pmi on-line?

obiettivi on-line per le pmiTutte le indagini più accreditate restituiscono la stessa fotografia: la presenza on-line delle piccole e medie imprese (Pmi) italiane non è al passo coi tempi e si evolve molto lentamente.

Fra le varie conferme, quella del Digital Agenda Scoreboard , lo strumento che monitora il livello di digitalizzazione dei diversi Paesi europei: l’Italia arranca, ad esempio, per quanto concerne lo sviluppo dell’e-commerce e l’impiego di Internet (-19% rispetto alla Svezia, prima in classifica).

Le diverse “agende digitali” pubbliche e private messe in campo stagnano, e, di conseguenza il dilemma rimane invariato: chi darà alle Pmi nostrane il know-how e gli strumenti concreti per promuoversi e  acquisire reale visibilità sulla Rete?

Dai vari giganti dell’informatica e del web sembrano arrivare solo soluzioni poco radicali e comunque troppo “interessate” (sistemi proprietari poco gestibili direttamente, spesso scarsamente finalizzati al posizionamento sistematico nei risultati dei motori di ricerca, oppure “pacchetti” tutti rivolti all’acquisto di advertising on-line). In ogni caso proposte destinate a lasciare il tempo che trovano, mentre le varie istituzioni pubbliche sono ancora ben lontane dall’essere in grado di fornire alle piccole e medie imprese indicazioni chiare e azioni orientate ai risultati.

E dunque a quali obiettivi dovrebbero puntare e che soluzioni dovrebbero adottare, on-line, le Pmi?

Posizionamento, appunto, nei motori di ricerca (se sono un hotel di Padova devo tentare di essere fra i primi risultati “naturali”  alla ricerca “hotel Padova” e con altre chiavi di ricerca pertinenti alla mia attività). Molto meno interessante apparire fra le poco cliccate pubblicità che “incorniciano” i risultati stessi. Un buon posizionamento (ottenibile attraverso una Seo – Search engine optimization – ben fatta) significa avere visitatori unici sul sito aziendale e quindi visibilità e quindi, sperabilmente, conversioni e acquisti.

Altro obiettivo dovrebbe essere quello di ottenere interazioni e coinvolgimento degli utenti sui social networks (in primis, in funzione dei target, Facebook, Linkedin, YouTube…), e non solo semplici “amici” o “likes”.

Ma questi obiettivi possono essere raggiunti solo adottando linguaggi e piattaforme web adeguate (le principali piattaforme “open source” – a codice sorgente libero – quali Joomla, Drupal e soprattutto WordPress sono assai gradite a Google o a Bing); ottimizzando i contenuti secondo le tecniche della Seo, e quindi inserendo in modo intelligente e armonioso nei contenuti le parole chiave cercate dagli utenti;  intervenendo sui social con articoli (post) realmente interessanti per gli utenti (e quindi non troppo “istituzionali”) e facendo adeguate PR (public relations) con pagine e personaggi “influenti” di settori pertinenti alla mia attività.

E tutto questo, alla fine, sono in pochi a degnarsi di spiegarlo bene e in parole povere alle piccole e medie imprese. E anche molte grandi aziende rimangono all’oscuro o si fanno fuorviare da consulenti poco capaci di focalizzare le strategie giuste o disposti a sporcarsi le mani nel mettere in pratica la teoria.

La formazione digitale, è oggi come oggi, la strada più pratica per le Pmi di acquisire quei know-how essenziali per ottenere risultati concreti attarverso la Rete. E di questo parleremo sempre più intensamente e con forza, con le parole più semplici possibili.

 

It's only fair to share... Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Contatti

Viale Rimembranze, 43
Saronno 21047 (VA)
Phone: (+39) 380/4778009
Fax: (+39) 02.87.151.704
Website: http://www.sharenow.it
Email: info@sharenow.it

Disclaimer

Tutti i testi e le immagini del sito sono coperti da copyright dei rispettivi proprietari.

Follow us on Facebook